IL DESIGN OLTRE LA CUCINA, IL VINO OLTRE LA TAVOLA

Il 22 Maggio siamo stati ospiti di Berloni, nel suo showroom milanese in Via Albericci. Un’altra tappa del circuito Expo City Events, durante la quale abbiamo avuto l’occasione di conoscere meglio la professione di Mauro Padula, nascente talento italiano come food stylist e photographer. La sua visione è quella di non rimanere fermo in uno schema rigido, ma quello di evolversi col mutare degli interessi della società. Questa formula  è in piena sintonia con il percorso intrapreso da Winelandscape.

Il dialogo è proseguito con il product e interior designer Marco Fumagalli, con il quale abbiamo parlato delle eccellenze frutto del design Made in Italy, prendendo spunto dal peculiare calice Grangusto di Luigi Bormioli, risultato di un accurato studio sulla percezione olfattiva e duttilità di destinazione, che lo rende indicato per tutti i tipi di vino.

Continuando a discorrere del processo creativo alla base dei prodotti d’eccellenza italiana, è stato inevitabile non citare il processo produttivo dei vini sorseggiati durante l’intervista: il rosso Guardavigna e il Petruccino entrambi dalle cantine di Podere Forte. Vini basati su un attento progetto di raccolta che prevede un’accurata selezione manuale degli acini, dimostrazione che un risultato d’eccellenza è imprescindibile dalla pianificazione di un modello di produzione: questo è Wine Design.

IL DESIGN OLTRE LA CUCINA, IL VINO OLTRE LA TAVOLA

Il 22 Maggio siamo stati ospiti di Berloni, nel suo showroom milanese in Via Albericci. Un’altra tappa del circuito Expo City Events, durante la quale abbiamo avuto l’occasione di conoscere meglio la professione di Mauro Padula, nascente talento italiano come food stylist e photographer. La sua visione è quella di non rimanere fermo in uno schema rigido, ma quello di evolversi col mutare degli interessi della società. Questa formula  è in piena sintonia con il percorso intrapreso da Winelandscape.

 

Il dialogo è proseguito con il product e interior designer Marco Fumagalli, con il quale abbiamo parlato delle eccellenze frutto del design Made in Italy, prendendo spunto dal peculiare calice Grangusto di Luigi Bormioli, risultato di un accurato studio sulla percezione olfattiva e duttilità di destinazione, che lo rende indicato per tutti i tipi di vino.

 

 

Continuando a discorrere del processo creativo alla base dei prodotti d’eccellenza italiana, è stato inevitabile non citare il processo produttivo dei vini sorseggiati durante l’intervista: il rosso Guardavigna e il Petruccino entrambi dalle cantine di Podere Forte. Vini basati su un attento progetto di raccolta che prevede un’accurata selezione manuale degli acini, dimostrazione che un risultato d’eccellenza è imprescindibile dalla pianificazione di un modello di produzione: questo è Wine Design.

Album dell’evento