LA RICERCA DEL DESIGN DI DETTAGLIO

Lo storico palazzo Gallarati Scotti è la cornice nella quale si è tenuto l’incontro di Expo City Events ospitato da Poltrona Frau l’11 giugno. Il filo conduttore, che ha prevalso durante il dialogo tra gli intervistati, è lo stesso che ha permesso alla storica azienda marchigiana di distinguersi: la cura nella scelta della materia prima. Molti dei più grandi prodotti di qualità devono la loro riuscita ad un’adeguata e sapiente selezione artigianale delle materie prime. Quando questo elemento  si combina con la ricerca e la sperimentazione, ecco che nasce un progetto di design, di quelli con la D maiuscola. Emblema di questa filosofia sono i vini degustati durante la serata: il rosso Guardavigna e il Petruccino di Podere Forte. Vini basati su un attento progetto di raccolta che prevede un’accurata selezione manuale degli acini, dimostrazione che un risultato d’eccellenza è imprescindibile dalla cura del dettaglio nelle fasi di produzione: questo è Wine Design.

Coerentemente con i temi di Expo Milano 2015, la sperimentazione con materiali naturali finalizzata a promuovere la sostenibilità, è la cifra distintiva che ha accomunato i diversi ospiti dell’evento. Angelo Micheli, architetto e artista, da anni collaboratore di Michele De Lucchi presso lo studio milanese aMDL, e Moreno Cedroni, chef due stelle Michelin a La Madonnina del Pescatore di Senigallia, entrambi attenti alla profonda conoscenza del materiale.

Nasce così da queste premesse un’eccellenza italiana nella vetreria specializzata,  il calice Grangusto di Luigi Bormioli. Il risultato, frutto dell’esperienza di Accademia Luigi Bormioi e della passione per l’arte vetraria, esalta gli aromi del vino attenuando le componenti alcoliche grazie al rapporto tra superficie di ossigenzione e volume, alla prolungata altezza dello spazio di testa e all’inclinazione della coppa. Un’ulteriore conferma che dalla ricerca di design del dettaglio nascono straordinari risultati.

LA RICERCA DEL DESIGN DI DETTAGLIO

Lo storico palazzo Gallarati Scotti è la cornice nella quale si è tenuto l’incontro di Expo City Events ospitato da Poltrona Frau l’11 giugno. Il filo conduttore, che ha prevalso durante il dialogo tra gli intervistati, è lo stesso che ha permesso alla storica azienda marchigiana di distinguersi: la cura nella scelta della materia prima. Molti dei più grandi prodotti di qualità devono la loro riuscita ad un’adeguata e sapiente selezione artigianale delle materie prime. Quando questo elemento  si combina con la ricerca e la sperimentazione, ecco che nasce un progetto di design, di quelli con la D maiuscola. Emblema di questa filosofia sono i vini degustati durante la serata: il rosso Guardavigna e il Petruccino di Podere Forte. Vini basati su un attento progetto di raccolta che prevede un’accurata selezione manuale degli acini, dimostrazione che un risultato d’eccellenza è imprescindibile dalla cura del dettaglio nelle fasi di produzione: questo è Wine Design.

Coerentemente con i temi di Expo Milano 2015, la sperimentazione con materiali naturali finalizzata a promuovere la sostenibilità, è la cifra distintiva che ha accomunato i diversi ospiti dell’evento. Angelo Micheli, architetto e artista, da anni collaboratore di Michele De Lucchi presso lo studio milanese aMDL, e Moreno Cedroni, chef due stelle Michelin a La Madonnina del Pescatore di Senigallia, entrambi attenti alla profonda conoscenza del materiale.

Nasce così da queste premesse un’eccellenza italiana nella vetreria specializzata,  il calice Grangusto di Luigi Bormioli. Il risultato, frutto dell’esperienza di Accademia Luigi Bormioi e della passione per l’arte vetraria, esalta gli aromi del vino attenuando le componenti alcoliche grazie al rapporto tra superficie di ossigenzione e volume, alla prolungata altezza dello spazio di testa e all’inclinazione della coppa. Un’ulteriore conferma che dalla ricerca di design del dettaglio nascono straordinari risultati.

Album dell’evento