Famiglia Sella, il gusto di fare impresa: da quattro secoli le stoffe di lana, dal 1671 le vigne di Lessona, da più di un secolo la Banca. Secoli tracciati da lungimiranti visioni, ardore e sapiente lavoro. Una storia iniziata tre secoli fa coltivando la vite nelle terre più vocate vicino a casa: Lessona prima e Bramaterra poi, oggi come allora terroirs di autentica eccellenza.

ECCELLENZA PIEMONTESE DA OLTRE TRE SECOLI

Tenute Sella segue uno stile di vinificazione ispirato e guidato da un principio di classicità. La tradizione, mai fine a se stessa, permette ai vini di esprimersi con naturalezza, senza forzature enologiche. La tecnologia, opportunamente e coscientemente presente in cantina, mira alla valorizzazione dei caratteri più puri delle uve e dei terroirs d’origine. 

Il vitigno principale allevato nei loro vigneti è il nobile Nebbiolo, che, in quelle zone, si esprime in tutta la sua delicatezza, finezza ed eleganza. A completare il panorama vitato troviamo Vespolina, Croatina ed Erbaluce, varietà tradizionali nel territorio biellese.

TERROIRS UNICI: LESSONA

Lessona è posta nella fascia centro-orientale della provincia di Biella, nella porzione dell’Alto Piemonte situata sulla riva destra del bacino orografico del fiume Sesia. Il territorio di Lessona occupa una serie di dorsali collinari, protette immediatamente a nord dai primi rilievi prealpini e affacciate a sud sulla pianura. I terreni a vocazione viticola sulle colline sono costituiti essenzialmente da sabbie plioceniche di deposito marino miste qua e là a loess argilloso, mentre nei fondi valle si riscontrano giacimenti di sabbie marine con fossili di conchiglie. Il pH di questi suoli, compreso tra 4.5 e 5.5, li fa classificare tra i terreni più acidi dedicati alla viticoltura nel mondo intero.

TERROIRS UNICI: BRAMATERRA

La regione del Bramaterra comprende da ovest a est i comuni di Masserano, Brusnengo, Curino, Roasio, Sostegno, Villa del Bosco e Lozzolo. Situata immediatamente ad est di Lessona, ricopre un’estesa fascia collinare che arriva fino al limite orientale della provincia di Biella, nella porzione dell’Alto Piemonte situata sulla riva destra del bacino orografico del fiume Sesia. Il territorio del Bramaterra occupa la porzione meridionale delle Rive Rosse, un’ampia zona collinare estesa per decine di chilometri, poco antropizzata, per la gran parte ancora dominata da fauna e flora selvatiche, con estesi boschi ricchi di querce, castagni e betulle.