L’anima e il cuore di Zenato risiedono nelle antiche terre moreniche del Lugana e della Valpolicella, luoghi dal clima mite e di impareggiabile fascino che si affacciano sulla sponda veneta del Lago di Garda.

I vigneti si estendono per 75 ettari nella tenuta Zenato di S. Cristina a San Benedetto di Lugana, vocati al Trebbiano di Lugana e nella tenuta Costalunga in Valpolicella, patria del celebre Amarone Zenato, che ospita i rinomati vitigni Corvina, Rondinella e Oseleta.

PASSIONE E TRADIZIONE DA 50 ANNI

75 ettari nelle aree più vocate del Lugana e nella zona classica del Valpolicella. Due volti, bianco e rosso, rappresentativi di vini di qualità che nascono dalla passione per il territorio e per la sua storia, dal rispetto del tempo, da una tradizione familiare che da 50 anni valorizza le varietà locali.

Queste le caratteristiche dell’azienda vitivinicola Zenato, situata a San Benedetto di Lugana, sulla sponda veneta del Lago di Garda. In un paesaggio ingentilito da colline moreniche e dal clima mite, il fondatore Sergio Zenato ha sviluppato a partire dal 1960 la reputazione di un vitigno autoctono dalle importanti potenzialità, il Trebbiano di Lugana, trasformandolo in un grande bianco, il Lugana.

Le uve più pregiate, raccolte dalle vigne storiche del podere Massoni, in località Santa Cristina, hanno dato così vita a etichette come il Lugana Santa Cristina e il Lugana Riserva Sergio Zenato, premiate da riconoscimenti internazionali.

L’ANIMA DEL LUGANA

Nel Lugana Zenato ha il suo cuore antico: qui è sorta infatti la prima cantina, in una zona di dolci colline che – grazie alla prossimità del Lago di Garda – gode di un clima mite e favorevole. Un terreno particolarmente adatto per la coltura della vite, dove l’azienda possiede 40 ettari.

In questo spazio ha trovato la sua collocazione ideale Santa Cristina, l’azienda di famiglia dedicata al territorio del Lugana e vocata alla produzione di vini che rispettano e valorizzano le qualità di questo terroir di grande prestigio e storia.

L’eccellenza conquistata con lungo e delicato lavoro nella zona di San Benedetto, nelle vicinanze di Peschiera, ha portato a sviluppare vigneti che danno ampio risalto alla qualità dei vitigni autoctoni, come il Trebbiano di LuganaNe nasce un Lugana che da sempre è una delle bandiere più alte del nome Zenato.

Ancor più ricca è la passione istillata per realizzare il Lugana Sergio Zenato, che trae il suo equilibrio dalle vigne più che ventennali del Podere Massoni: basse rese, un passaggio in botte grande, sei mesi in serbatoio e altrettanti in bottiglia fanno sbocciare uno spessore e una persistenza di profumi tali da farne uno splendido compagno per abbinamenti, ma anche un assoluto protagonista solitario del palcoscenico della degustazione.

Il Lugana Brut Metodo Classico si aggiunge a questi, un vino nato dal desiderio di confrontarsi con il panorama delle bollicine: ottenuto da una particolare selezione di alcuni vigneti impiantati nella zona di San Benedetto di Lugana, è stato creato con l’intenzione di esprimere la versatilità del Trebbiano di Lugana, la sua mineralità ed eleganza: ne deriva uno spumante assolutamente piacevole in cui l’equilibrio delle sensazioni sensoriali si concretizza in una personalità raffinata.

Accanto, l’ultima etichetta nata, il Lugana Doc Pas Dosé Metodo Classico, con una fragranza nuova e inaspettata nata dall’interpretazione del vitigno Trebbiano di Lugana lasciato riposare per anni sui lieviti. Un bouquet capace di esprimere un terroir di carattere e di grande spessore ed eleganza. Per ulteriori informazioni sulla Zenato Winery: www.zenato.it